AI 1x04 Short 02 - 1984: Il Salto Quantico – Sinclair QL e altri disastri

Titolo:
Short 02 - 1984: Il Salto Quantico – Sinclair QL e altri disastri
Serie:
Archeologia Informatica
Durata:
55 min
Pubblicato il:
6 gennaio 2014
Download: AI 1x04

Per questa seconda puntata short di Archeologia Informatica, Carlo Santagostino e Stefano Paganini viaggiano nel tempo verso Marzo 1984, sempre a Londra alla ri-scoperta del Sinclair QL.

Per maggiori informazioni vi rimandiamo al sito ufficiale del podcast.

Commentate la puntata sul nostro forum!

AI 1x03 - Brusaporto 2013, le interviste

Titolo:
1x03 - Brusaporto 2013, le interviste
Serie:
Archeologia Informatica
Durata:
22 min
Pubblicato il:
10 novembre 2013
Download: AI 1x03

Archeologia Informatica ha partecipato a Brusaporto 2013, la manifestazione dedicata al retrocomputing, un momento di confronto, di riscoperta e di grande divertimento, anche per i più giovani, così poco abituati a vedere computer con ‘pochi K di memoria‘.

Ecco dunque la puntata del podcast di AI dedicata alla manifestazione con la nostra cronaca della giornata e alcune importanti riflessioni. Invece qui di seguito trovate il video con le interviste integrali.

AI 1x02 Short 01 - 1982: L'anno della svolta?

Titolo:
Short 01 - 1982: L'anno della svolta?
Serie:
Archeologia Informatica
Durata:
28 min
Pubblicato il:
23 ottobre 2013
Download: AI 1x02

Benvenuti in un venerdì sera di Novembre 1982.

Pub inglese, rumore di fondo, venerdì sera, tradizionalmente caotico e ad alto tasso alcolico.

Alcuni italiani si materializzano nel pub, vengono dal futuro ma nessuno, anche per via delle numerose pinte di birra, ci fa caso. Si siedono ad un tavolo e, tra una birra ed uno spintone, leggono alcune riviste. E’ uno degli anni più critici per l’informatica ed in particolare dell’home computing.

La chiacchierata degli archeologi informatici ha un tono ‘da bar’ ma è tecnologicamente solida. Loro sanno esattamente come andrà a finire, come si svilupperanno i mercati degli home computer, quanto per Commodore quanto per Sinclair.

Note complete sul sito ufficiale del podcast

Potete discuterne sull'OGI Forum!

IPN ci saluterà a fine anno

Italian Podcast Network, che ci ha regalato tanti podast interessanti, alcuni dei quali hostati anche qui su OGI, ha annunciato che chiuderà alla fine dell'anno. Segue il comunicato ufficiale:

Italian Podcast Network, dopo cinque lunghi anni di attività, centinaia di ore di intrattenimento prodotte, decine di diverse forme di pubblicazione e altrettante idee originali, oltre un milione di download complessivi, comunica che il 31/12/2015 sospenderà i lavori sulla piattaforma e di fatto terminerà la sua esperienza, chiudendo anche con la denominazione e il logo che conoscete.

Simone Pizzi e Michela De Paola comunicano quanto segue, anche a nome di tutto il resto del team:

"Ci teniamo a ringraziare tutti i fan, gli ascoltatori e i nostri amici per le immense emozioni che ci hanno dato. Siete stati impagabili. Grazie di cuore"

Salutiamo dunque la piattaforma di podcast più importante d'Italia e tutti i podcast che ci hanno accompagnato in questi anni, sperando che sia un "arrivederci" e non un "addio"!

AV 3x09 - Di pirati, navi stellari e sogni infranti

Titolo:
Di pirati, navi stellari e sogni infranti
Serie:
Archeologia Videoludica
Durata:
2 h 14 min.
Pubblicato il:
15 maggio 2013
Download: AV 3x09 - mirror

Archeologia Videoludica non vuole fare l’ennesimo amarcord della LucasArts: se ne è parlato tanto, forse troppo, e crediamo sia giusto che siano solo i fatti a raccontare, in un viaggio a ritroso di quello che è stato dalle origini fino ai giorni nostri; il tutto, come sempre, fuso con i nostri ricordi e i nostri pensieri legati ad una software house che ha fatto la storia.
 
Un’altra premessa prima di accompagnarvi lungo l’ascolto di questo episodio: torneremo sicuramente a parlare di Lucas e dei suoi capolavori. Questo episodio è infatti una sorta di anticipazione su quello che verrà, passaggio necessario visti i momenti vissuti in questi mesi e spaccato temporale che apre uno scorcio sui motivi per cui siamo videogiocatori.
 
Ad accompagnarvi in questo viaggio di doloroso passato torna il capitano Pizzi, il lucasartsiano convinto Alex Raccuglia, l'oggi claudicante Roberto Bertoni e il sempre eterno Il Distruggitore.
 
Dopo l'ascolto ampliate i vostri ricordi raccontandoci le vostre impressioni o i  vostri aneddoti seguendo i consueti canali o il sempre eterno Ogi Forum!
 
IN QUESTO EPISODIO
 
L'inizio di tutto
 
Maniac Manson, là dove le avventure grafiche nacquero, senza dimenticare i primi esperimenti con Labyrinth; ci introduciamo così al genere che tanta fama diede alla LucasArts, fra Scumm e iMuse a far da contorno ad una casa avanti anni luce.
 
A spasso fra le stelle
 
Non di solo avventure grafiche vive l'uomo. Come parlare infatti di LucasArts senza citare la licenza per eccellenza, ovvero Star Wars. Parliamo qui dei primi titoli, dei primi approcci e del fantastico mondo nato dalla mente di George Lucas. Dalla parte dei videogiochi, naturalmente.
 
La frusta, Indy, la frusta
 
Icona per più di una generazione di provetti videogiocatori e sinonimo di avventura quando Lara Croft era ancora solo un'idea nel mare magnum delle produzioni videoludiche, anche il prode Indiana Jones ha giocato una parte importante nella storia della casa californiana. Ne ripercorriamo le gesta fra inizi folgoranti e claudicanti seguiti.
 
Tramonto e morte
 
Con Grim Fandango si raggiunge l'apice del genere delle avventure grafiche, ma le prime avvisaglie di un castello che comincia a crollare si riflettono nelle scarse vendite di un titolo da molti ritenuto come il canto del cigno.
 
Licenza di sognare
 
Quando gli studi interni cominciarono a latitare dal punto di vista creativo, a causa di un clima interno non più in grado di far scoccare la fatidica scintilla, Lucas decide di lasciare la produzione di titoli in favore di un sistema su licenza. Fra alti (Knights of The Old Republic) e bassi, parliamo di questa fase storica.
 
Ei fu, siccome immobile...
 
I grandi nomi se ne vanno, i presidenti si succedono uno dopo l'altro e i progetti più interessanti vengono cancellati a fronte di ragionamenti politici economici che poco hanno a che fare con i sogni di milioni di videogiocatori. Raccontiamo qui gli ultimi istanti della prode LucasArts.
 
 
Altri links