International Amiga Day

Il 31 maggio è il giorno in cui è nato Jay Glenn Miner, il padre dell'Amiga, ed oggi si celebra ufficialmente il primo "Amiga Day".

L'iniziativa, maturata in questo gruppo facebook, è stata prontamente raccolta e sponsorizzata da Indie Retro News.

Ecco il manifesto dell'International Amiga Day:

Noi, utenti Amiga dichiariamo il 31 maggio come Giornata internazionale dell'Amiga (International Amiga Day), l'Home Computer che ci ha fatto divertire così tanto, che ci ha dato l'opportunità di iniziare dei percorsi lavorativi e professionali, che ci ha fatto iniziare a guardare ai personal computer ed ai videogiochi in maniera differente e che ci ha dato la possibilità di creare tante nuove amicizie.

L'Amiga è per sempre e noi desideriamo che questo accada davvero. Condividete l'idea con tutti i vostri amici "Amighisti" per mantenere sempre viva la fiamma dell'Amiga!

Come partecipare all'Amiga Day? Semplice: basta fare una qualsiasi delle seguenti attività:

- Rimettete in funzione almeno un computer Amiga.
- Giocate ad almeno un videogioco Amiga (E' ammesso anche utilizzare un emulatore) .
- Sbiancate un vecchio Amiga ingiallito .
- Portate il vostro vecchio Amiga non funzionante da un tecnico
- Nel caso in cui siete dei tecnici riparate almeno un Amiga .
- Se avete una T- Shirt "Amiga", indossatela.
- Se non potete fare nessuna di queste attività, fatevi una foto con un Amiga e condividetela sui social network .
- Fate una qualunque attività di vostro gradimento che abbia a che fare con un Amiga.

International Amiga Day su Facebook

International Amiga su IndieRetroNews

Discutiamone insieme sul nostro OGI Forum!

Eventi: La storia del videogioco

Segnaliamo con piacere questo evento degli amici della Mecca del Videogioco: il 2 febbraio, in diretta da Singapore, potrete assistere ad una lezione sulla Storia dei Videogiochi tenuta da Roberto Dillon,  Assistant Professor e Direttore del Dipartimento di Game Design del DigiPen Institute of Technology (Singapore campus) e curatore del “James Cook Museum of Video and Computer Games”, il primo museo interamente dedicato ai video giochi in Asia, con il co-intervento di Giansandro Rosasco e di Max Pontello, fra i fondatori della mecca stessa. 

La giornata non si ferma qui, con nel pomeriggio una visita guidata al museo e in serata un momento conviviale dove si respirerà l'area degli amanti del retrogaming; crediamo possa essere una buona occasione per tutti gli oldgamers e in generale un'iniziativa da sostenere per diffondere la cultura del videogioco.

Se sarete da quelle parti, fateci sapere!

Se volete qualche informazione in più sulla Mecca del Videogioco e sulla giornata del 2 febbraio
Se volete parlarci della Mecca sull'Ogi Forum