Technobabylon

Siamo in un futuro non troppo lontano - solo il 2087. Newton, la città in cui ci troviamo, è governata da una IA, Central, che gestisce tutte le infrastrutture; internet è evoluto nella Trance, una rete di menti collegate assieme che ha reso inutile, per molti, qualsiasi altra forma di comunicazione.
Latha Sesame è una di queste persone. Disoccupata e "drogata di Trance", passa il suo tempo connessa, a fluttuare nello spazio mentale suo e di altri Creativi - persone che creano spazi personalizzati nella Trance. Tutto cambia quando Latha scopre che la serratura di casa sua è bloccata: adesso che non può più uscire, l'idea di restare in casa non le garba molto. E il peggio deve ancora venire. Appena riesce, con il nostro aiuto, a uscire, il suo appartamento esplode. Casualità, o qualcuno ce l'ha con lei?
Charlie Regis, invece, è un agente della CEL (la "polizia" di Newton, anch'essa sotto il comando di Central), che sta indagando su un serial killer assieme alla sua partner, l'agente Max Lao. Questo serial killer è un hacker particolare: hackera le menti altrui e le svuota delle informazioni che gli servono, ammazzandoli nel processo. Per Regis non è semplice arrestarlo, anche perché lui è rimasto abbastanza indietro coi tempi: non ha neanche un impianto per connettersi alla Trance.

Le premesse di Technobabylon possono apparire complesse, ma è perché il gioco si diverte a spezzettare la trama principale e a mostrarcela da diversi punti di vista. Per un terzo del gioco infatti ero un po' perplessa dalla piega che stavano prendendo gli eventi, ma alla fine tutto si unisce in un'unica trama complessivamente sensata e meno caotica di quel che sembra.
Seguiremo, a capitoli alterni, Latha, Regis e Max.
Regis è il vero protagonista del gioco: suo è il conflitto principale, suoi sono i capitoli più lunghi, a lui spetta il climax. E' il personaggio più approfondito, grazie anche ad alcuni flashback (grazie al cielo brevi) in cui scopriremo alcune rogne del suo passato che faranno capolino durante quello che sembra un caso come un altro. Il suo essere un po' spaesato rispetto alla realtà in cui si trova ci aiuta a inserirci meglio nell'ambientazione, visto che molte delle cose che noi dovremo scoprire sono sconosciute anche a lui. Fra i tre personaggi giocabili è sicuramente lui quello più vicino alla nostra realtà, anche grazie al suo amore per la giustizia e al suo essere un po' “ribelle” nei confronti di Central.
Max e Latha sono sviluppate meno attentamente, ma sono comunque bei personaggi. Latha probabilmente spicca di più, perché è un personaggio più “estremo” (una drogata è sempre una drogata, resta più impressa di un'impiegata statale), ma anche Max è ben caratterizzata. Come sempre nei titoli WE, sono i dettagli che ci raccontano molto dei personaggi, il modo in cui parlano, le scelte che compiono, e queto aspetto è ben realizzato.

Inoltre vediamo, nei tre personaggi di Technobabylon, tre approcci diversi al tipo di società proposta.
Regis è un po' il genitore anziano che non vuole proprio capire come si usa uno smartphone: ancorato ai tempi andati, in parte per “principio”, in parte per incapacità di adattarsi (e, nel caso di Regis, in parte per motivazioni ben più solide che non vi svelerò), vede sempre il “bicchiere mezzo vuoto” della società futuristica (per lui, moderna) in cui vive. Per lui Central è cattiva e innaturale, le telecamere sono un'invasione della privacy, la Trance è qualcosa che va oltre la sua comprensione e che lo mette a disagio.
Max, la sua partner, è molto più a suo agio con la tecnologia e ha una mentalità più aperta e tollerante. E' la figlia del genitore anziano di cui sopra, quella che *sa* usare uno smartphone (beh, nel caso di Max è quella che sa hackerarti un computer) e che scuote la testa quando il genitore vaneggia dei “bei tempi quando non c'erano queste diavolerie elettroniche”. Lei è pronta ad ammettere che Central ha i suoi lati negativi, ma che la città funziona bene anche grazie a lei – che proprio grazie a lei è possibile prevenire dei crimini e beccare colpevoli – e che forse essere rintracciabili dal pronto soccorso in ogni evenienza può essere utile.
Latha, infine, è quella che vive costantemente nella rete e non capisce come qualcun altro possa voler fare qualcosa *fuori* da essa. E' quella che si fa mezza città a piedi nudi pur di trovare un accesso alla Trance (una zona Wi-fi libero, tradotto al giorno d'oggi).

Technobabylon è molto meno pessimista del classico cyberpunk. Il gioco comincia mostrandoci Latha e le condizioni pessime in cui vive. Continua mostrandoci Regis e la sua ostilità verso Central, mostrandoci come attacca nastro adesivo alle telecamere e come modifica il suo Traveller (una specie di cerca-persone) per sfuggire al suo controllo. La mia idea era che si stesse andando verso il solito “futuro nero” che tutti gli amanti del cyberpunk conoscono.
Invece, quando il focus comincia a passare su Max, quando la trama va avanti e i nodi vengono al pettine, Technobabylon ci mostra che non è tutto così orribile, e non è sempre colpa del progresso tecnologico. Latha vive male, ma parte della colpa è sua. Central è vulnerabile a “bug”, ma riesce a prevedere dove colpirà un serial killer meglio di un umano. In un articolo su GamesRadar, James Dearden, designer di Technobabylon, spiega che “con Technobabylon vorrei far passare il messaggio che non è la tecnologia in sé a essere dannosa, ma che il danno deriva dalle persone che la usano”. Il messaggio passa benissimo e, se rende forse Technobabylon un po' meno “punk”, lo rende anche più complesso e sfaccettato.

La trama in sé non presenta buchi logici, ma ogni tanto traballa, a volta per colpa di dialoghi stupidi, a volte per colpa di enigmi stupidi.
Per esempio, capita spesso che Regis parli con un personaggio e scopra (esempio inventato) che Tizio ha i capelli rossi. Poi parla con un altro personaggio e si interroga sul colore dei capelli di Tizio. Oppure capita che Regis (o Max, o Latha) usi un oggetto senza aver prima scoperto a cosa serve.
A volte, come dicevo, sono gli enigmi a instupidire una situazione. Per esempio, quando Max e Regis stanno inseguendo il serial killer si trovano davanti una porta chiusa. Fra le varie opzioni per aprirla c'è quella di chiamare per telefono il tizio che conosce il codice della porta. Quando hanno altri due modi molto più veloci per aprire la porta – e, ricordo, c'è un serial killer in fuga.
Sono piccoli problemi, ma capitano spesso, e la cosa alla lunga dà fastidio.
Come errori “grossi”, abbiamo un paio di spiegoni (particolarmente orrendo il primo, fra Regis e Max all'inizio del gioco, che si dicono per qualche minuto cose che *ambedue già conoscono*! Sottigliezza: la stai facendo bene!) e una sequenza molto poco credibile con Latha all'interno della centrale di polizia.
Nel complesso la trama regge e risulta interessante. Uno dei colpi di scena, quando viene svelato, si era ormai capito, ma il resto fila.
Ho avuto l'impressione che il gioco necessitasse di un'altra passata di betatesting prima di essere rilasciato.

Passiamo agli enigmi, e cominciamo col dire che Technobabylon prosegue sulla scia di Primordia, ossia quella di dare più soluzioni per lo stesso enigma. Non capita per tutti gli enigmi, e a volte la cosa non è sensatissima, come abbiamo visto per la porta, ma la non-linearità è sempre la benvenuta. Ci sono due finali, che dipendono anche da come risolverete alcune situazioni, e tutti e due danno soddisfazione. In altre occasioni potrete compiere delle scelte – sia di dialogo che “pratiche” - che avranno solo impatto sui personaggi in quel dato momento: servono essenzialmente a dare un tocco personale alla moralità di questo o quel personaggio.
Gli enigmi sono del tipo semplice e logico per la maggior parte, ed è difficile restare davvero bloccati. A volte si arriva al limite del verosimile, però, con enigmi che... mmmsì, possono essere possibili, chiudendo un occhio. Un esempio è la scena di cui parlavo sopra, con Latha nella centrale di polizia, o un enigma che “prepara” Regis (e che Max dovrà risolvere) in un laboratorio.
Sono rimasta un po' delusa dagli enigmi che riguardano la Trance, non perché siano per forza più “brutti” di quelli “normali”, ma perché non sono molto particolari (anche se uno mi ha fatto sorridere): dovremo parlare con programmi di varia natura, fare attenzione a virus e scaricare dati, ma è tutto meno fiquo di quanto non sembri. Insomma, la Trance è una stanza dell'avventura come le altre, mentre mi aspettavo qualcosa di fiquoso, con una logica diversa dal “normale”.
Ho piacevolmente constatato che la maggior parte degli enigmi non sono usati come riempitivo del nulla ma per portare avanti la storia.
La parte investigativa della storia è portata avanti più nella narrativa che nel gameplay. C'è un solo momento in cui dovremo effettivamente analizzare degli indizi e trarre conclusioni basate su di essi; per il resto del tempo, i misteri si riveleranno in modi diversi.

La grafica è stata realizzata da Ben Chandler, e detto questo potrei chiuderla qua. Per chi non lo conoscesse, lui ha lavorato ad altre avventure grafiche (tra cui l'ultimo capitolo di Blackwell) ed è l'autore di PISS, tra le altre cose. La sua grafica è, come al solito, molto bella, con colori stupendi e sempre azzeccati alle varie scene. Le animazioni sono ogni tanto legnose, specialmente il modo in cui i personaggi camminano è un po' ridicolo (non hanno le ginocchia, a vedere le animazioni), ma nel complesso sono guardabili senza problemi.
Le musiche mi sono piaciute parecchio – da quella del menu iniziale, peraltro animato, a quelle che ascolteremo durante il gioco.

Technobablyon è una bella avventura, che avrebbe però bisogno di qualche altra rifinitura per mostrare al 100% le sue potenzialità. La storia può lasciare un po' confusi per via della mancanza di consistenza, ma è una bella storia, che peraltro è cyberpunk in un modo un po' particolare. Gli enigmi a volte fanno alzare un sopracciglio, ma sono godibili e quasi mai inutilmente astrusi.
E, se doveste bloccarvi, avete la nostra soluzione nel link in alto.

Technobabylon Soluzione

LATHA

Prima di disconnettervi dalla Trance, aprite l'inventario e scegliete la mail. Cliccate su X-TRA Pharma e scaricate l'allegato.
Ora disconettetevi dalla Trance, sempre dall'inventario.
Interagite con la tenda della doccia, toccate la colonna di wetware. Avrete Wetware.
Usate la macchina per il cibo (food machine), parlate di tutto quello che volete. Estraete la scheda di memoria (Memory Card).
Usate il Wetware con la macchina per il cibo e con il pannello di controllo (control panel) della porta.
Connettetevi alla Trance (tramite Inventario).
Usate la scheda di memoria (Memory Card) con il virus.
Se volete, parlate ai due programmi di tutto quello che volete.
Disconnettetevi.
Rimettere la scheda di memoria (Memory Card) ora infetta nella macchina per il cibo.
Riconnettevi alla Trance.
Parlate con Cheffie, il programma della macchina per il cibo e ditele che non apprezzate il cibo.
Parlate adesso con il programma della porta, il cavaliere. Ditegli di Cheffie.
Disconnettetevi.
Prendete il trofeo (Trophy). Mettetelo nella macchina per il cibo. Usatela e scegliete “Metallo” (“Metal”) invece di Plastica (Plastic).
Scegliete uno dei cibi sul display. Otterrete una forchetta di metallo (Metal fork) e un vassoio di metallo (Metal Tray).
Usate la forchetta di metallo (Metal Fork) con il pannello di controllo della porta.
 

REGIS

Usate l'ascensore.
Usate il cadavere, otterrete un tesserino (Keycard). Usatelo con l'ascensore.
Dovete aprire la porta, avete due modi:
1) Controllate la mail sul computer, leggete tutto finché non trovate il nome del manager. Usate il telefono e chiamate il manager. Date sempre lo stesso tipo di risposta (sempre quella agitata, per esempio, o sempre quella tranquilla) e avrete il codice della porta. Inseritelo e uscite sulla terrazza. Dite quel che volete finché non cambia la scena.
2) Usate lo storditore (stunner) sul keypad. Entrate e dite quel che volete nel dialogo che seguirà.

Controllate la mail e scaricate l'allegato.
Uscite dall'ufficio e poi dalla CEL. Andate nel vostro giardino.
Usate il messaggio nell'inventario.
Dite quello che volete nei dialoghi seguenti.

Siete alle prese con il bomber suicida. Avete tre scelte.
1) Scegliete sempre la prima opzione per farlo arrendere senza doverlo uccidere (ditegli come vi chiamate, di dove siete, ecc).
2) Scegliete la seconda opzione per temporeggiare e  quando Lao arriva con il fucile, dite “HOPE” per uccidere il bomber.
3) Scegliete la terza opzione per farlo incazzare ed esplodere.

Toccate la scultura sospesa e prendete la base magnetica (Magnetic Base).
Cercate di aprire la porta dell'appartamento. Non riuscite. Per farlo potete:
1) Usare lo storditore sulla serratura.
2) Chiedere aiuto a Lao.
3) Chiedere aiuto a Central, con il Traveller che avete nell'inventario.
Scegliete un metodo ed entrate. Andate al piano di sopra.
Prendete la Mano (Hand), l'appendiabiti (Coat Hanger) e poi usate il pannello di controllo dell'armadio a pavimento (a sinistra vicino la porta).
Frugate nell'armadio e otterrete una Canna da Pesca (Fishing Rod).
Unite la Canna da pesca (Fishing Rod) con l'appendiabiti (Coat Hanger) e poi con la base magnetica (Magnetic Base).
Osservate la “piscina di sangue” e il cadavere. Usate la Canna da Pesca modificata con la piscina e otterrete una Pisola (Pistol).
Prendete la fotografia (Photograph) dal comodino ed esaminatela.
Tornate giù e frugate nelle credenze, otterrete Gel per Cucinare (Cooking Gel) e un Coltello.
Esaminate la cameriera e poi usatela.
Esaminate il Gel da Cucina (Cooking Gel). Settate la temperatura a 37° e poi usatelo con la mano.
Usate la console e poi usateci sopra la mano riscaldata. Inserite la Password “Paris”.
Scorrete la lista e scegliete S&S Synthetics. Chiamateli e ditegli della cameriera.
Usate il Coltello (Knife) con la cameriera e ottenete Cella di Energia (Power Cell).
Uscite dall'appartamento, usate la cella di energia (Power Cell) con il caricatore di droni (Drone Charger), a sinistra nel corridoio.
Tornate dentro e usate la cella di energia (Power Cell) con la cameriera.
Parlatele di tutto, poi richiamate S&S Synthetics. Otterrete un Divisore (Splitter).
Usate il Divisore (Splitter) con la macchina per il cibo e con quella per i drink, poi usatelo anche sulla cameriera.
Scegliete:
Personalità: Macchina per il cibo.
Ruolo: Macchina per i drink.
Memoria: Cameriera.
Mostratele la pistola, frugate nel frigo.

Uscite dal laboratorio e da CEL, andate nel vostro giardino. Usate i frammenti (smashed mess) per terra. Mettere il modulo di memoria (Memory Module) sulla panchina.
Tornate alla CEL, entrate nel vostro ufficio.
Frugate la vostra scrivania, otterrete Coltello (Knife), Gel da Cucina (Cooking Gel) e la Mano (Hand).
Andate nel laboratorio per l'autopsia, usate il Coltello (Knife) sul cadavere, ottenete un osso (Bone).
Uscite da CEL, andate nell'appartamento.
Esaminate il Gel da Cucina (Cooking Gel), settate la temperatura al massimo. Usate il gel sull'Osso (Bone).
Mettete l'Osso da qualche parte nella stanza (libreria, bagno, macchina per il cibo, dove volete).

LATHA

Prendete i Fogli (Paperwork) e la Tazza (Cup).
Usate la macchina per il cibo, poi lo schermo e chiedete del poliziotto. Parlategli di tutto, otterrete Gettoni (Tokens).
Usate un Gettone (Token) con la macchina per il cibo, otterrete una Forchetta (Fork) e del cibo (Food).
Prendete la coperta (Sheet) dal tizio sulla panca-letto e usatela con la Forchetta (Fork).
Usate il Cibo (Food) con la telecamera in alto a destra.
Usate il tavolo, dovreste riuscire a salirci. Usate la Forchetta con Coperta con la luce, poi usate i Fogli (Paperwork) con la luce ora scoperta e otterrete Fogli in Fiamme (Burning Paper).
Usate la tazza (cup) con la machina per l'acqua vicino alla porta. Mettete poi il cibo (Food) nella tazza e usate il Wetware Residuo (Residue Wetware) con la tazza.
Usate i Fogli in Fiamme on il cestino della spazzatura e poi usateci sopra la Tazza (Cup).
Otterrete Wetware. Usatelo sullo schermo e sul tizio sulla panca-letto e poi connettetevi alla Trance.
Interagite con il link a sinistra. Parlate di tutto con Jinsil, poi tornate indietro e interagite con l'altro link.
Parlate di tutto col ragazzo, ditegli di Jinsil. Prendete la molecola, otterrete EPINEPRHINE.
Uscite dalla Trance e richiamate il poliziotto. Ditegli di Guy e aspettate che torni con un drone. Fregate lo Scalpello (Scalpel) e la Siringa (Injector) dal drone.
Usate lo Scalpello (Scalpel) con la macchina per il cibo, otterrete una Scheda di Memoria (Memory Card) e un Modulo Ottico (Optical Module).
Usate un Gettone (Token) con la base del tavolo. Spostate poi il tavolo a destra, sotto la telecamera. Saliteci e usate lo Scalpello (Scalpel) con la Telecamera. Otterrete una lente (Lens).
Usate la Lente (lens) con il Modulo Ottico (Optical Module). Poi usate la EPINEPHRINE con la Scheda di Memoria (Memory Card).
Usate sia la Scheda di Memoria che il Modulo Ottico con la Macchina per il Cibo.
Usate un Gettone (Token) con la Macchina per il Cibo e otterrete una Dose di EPINEPHRINE. Usatela con la siringa (Injector).
Usate poi la siringa su Guy.
Tornate nella Trance, parlate con Guy. Uscite dalla sua “zona” (restate nella Trance) e usate l'icona del drone a destra. Giudate il Drone da voi.
Usate la Coperta (Sheet) con il drone. Frugate il drone e otterrete una Taglierina Laser (Laser Cutter).
Spostate il tavolo tutto a sinistra, saliteci sopra e usate la Taglierina Laser col condotto in alto.

MAX

Usate il computer di Lao, leggete le mail e scaricate l'allegato. Frugate nella scrivania di Regis, otterrete una fotografia (Lab Photograph).
Andate da vargas e parlategli di tutto.
Andate al laboratorio dove lavorava Baxter. Parlate di tutto con la dottorezza Chigwa. Otterrete un Campionatore (Sampler).

Ora dovete trovare le lettere mancanti per completare il messaggio. Prima di tutto provate a entrare nella camera stagna (air lock), ma non avrete il permesso. Potete risolvere in due modi:
1) Mostrate alla dottoressa Chigwa la foto trovata nella scrivania di Regis o;
2) Usate Wetware sulla porta.
Ora occupiamoci dei campioni.

Primo campione (A):
La dottoressa Chigwa vi descriverà il primo campione (la descrizione è random). Osservate tutti i fiori in giro nelle varie stanze e usate il Campionatore (Sampler) su quello che si adatta alla descrizione.

Secondo Campione (X):
Interagite col computer che si trova nella stanza dove lavorava Baxter. Cercate l'unico nome che comincia per X. Prendete la matrice (matrix) e portatela nel laboratorio di crescita (growth lab), trovate un loculo vuoto e metteteci la pianta. Uscite e rientrate: la pianta è cresciuta. Prendete un campione.

Terzo Campione (A)
Parlate con Niester, ma non capirete nulla di quel che dice. Parlate con Chigwa e chiedetele di Niester. Andate nella camera stagna, aprite il kit di pronto soccorso, prendete la siringa e la sostanza giusta ( Hydroxypyruvate Isomerase). Iniettate la sostanza a Niester.
Parlategli di tutto finché non vi dirà dell'Acoraceae Braziliera.
Andate al computer nella stanza di Baxter, cercate la pinta giusta, prendetela e usateci sopra il Campionatore (Sampler).

Quarto Campione (O)
Andate nel laboratorio di crescita (growth lab), cercate la pianta che inizia per O. Prendete un campione e uscite. Parlate con Niester della pianta.
Tornate nel laboratorio di crescita, usate i tubi a sinistra, tornate da Niester e ditegli che si sono rotti.
Seguitelo nel laboratorio di crescita, riprendete il campione, poi nascondete il Campionatore (Sampler) nella cassetta degli attrezzi di Niester.
Seguitelo di nuovo al suo posto, riprendete il Campionatore.

Inserite i campioni trovati nel macchinario che vi ha indicato Chigwa.

REGIS

Prendete la bottiglia termica (Thermal Bottle) e usatela. Parlate di tutto.
Aprite lo schedario a destra, otterrete un accendino (Lighter).
Frugate il drone per terra e otterrete della vernice rossa (Red Paint). Esaminate il sistema anti-incendio (a sinistra sul muro) e usateci la vernice.
Osat il computer, cliccate “power on” e poi “power control”. Connettete un dispositivo esterno (external device).
Usice dalla stanza, rientrate e usate l'accendino con il rilevatore di fumo. Uscite di nuovo nella stanza, aspettate che la guardia vi si avvicini e quando vi è di spalle mettetla K.O con lo storditore (stunner). Prendete l'arma dal suo corpo e usatela con le casse lì vicino, otterrete del materiale da imballaggio (Packing Material).
Andate negli spogliatoi (Locker Room). Usate uno degli armadietti, inserite il codice 381, otterrete del lucidante (Polish), del nastro adesivo (Tape) e del Whiskey.
Usate il materiale da imballaggio (Packing Material) con lo scarico della doccia (drain) e poi accendete la doccia. Usate il vostro Traveller e attivate l'energia.
Uscite dagli spogliatoi, andate a destra.
Usate il materiale da imballaggio (Packing Material) con la bottiglia di whiskey e poi accendetela con l'accendino. Usate il risultato sulla guardia che vi trovate di fronte.
Entrate nel laboratorio ottico, dove avete seccato la guardia con l'acqua. Usate il laser, settatelo al massimo e avviatelo. Uscite a sinistra e andate su, alla stanza di produzione.
Qui dovrete nascondervi dietro gli oggetti più alti per attraversare la stanza, quindi cliccate con tempismo. Attivate la console, sbloccate le braccia del robot e cambiate il senso di percorrenza del nastro trasportatore. Tornate indietro, sempre nascondendovi dietro gli oggetti.
Tornate alle scale, scendente fino in fondo e andate a destra fino a trovare un robot immobile, un altro nastro trasportatore, fermo, e una porta chiusa.
Usate il nastro trasportatore, otterrete un disco metallico (Metal Disk). Usateci sopra il lucidante (polish) e poi usate il disco con il braccio del robot.
Usate la console. Scegliete “Rotate Z->”.
Con il Traveller fate partire il raggio laser e uscite nelle fogne.

FLASHBACK

Parlate a tutti.

LATHA

Prima di tutto, usate il Wetware con l'auto parcheggiata. Settate una velocità qualsiasi (non zero), e una marcia qualsiasi e togliete i freni. Usate l'auto distrutta e otterrete un piede di porco (crowbar).
Parlate al buttafuori. Potete entrare in 3 modi.
1) Aprite il tombino, scendete nelle fogne, usate il piede di porco con il pannello e poi il wetware con la console ora scoperta. Attaccate l'acqua, tornate dal buttafuori ed entrate nel locale.
2) Entrate nel tombino, usate il piede di porco con la grata a sinistra, entrate nella grata e sarete dentro il “locale”.
3) Entrate nel tombino, usate il piede di porco con il pannello, poi il wetware con la console e togliete l'elettricità (power = off). Tornate a parlare col buttafuori ed entrate nel locale.
In ogni caso, aprite la console e scaricare la lista di sostanze pericolose (Hazardous Substances).

Una volta dentro, frugate tutti i tizi in Trance se volete, poi usate il piede di porco sul macchinario al centro, e poi il wetware con il macchinario. Connettetevi alla Trance.
Parlate con tutti se volete, poi trovate Jinsil e parlatele di tutto. Vi dirà di far disconnettere tutti.
Partiamo con la tizia davanti al bar. Parlatele di tutto. Disconnettetevi dalla Trance, frugate nel divano e troverete i suoi soldi. Riconnettetevi e ditele che glieli hanno fregati.
Proseguiamo con i tizi che ballano. Parlate con la testa lì accanto per scoprire cosa festeggiano. Aprite le news e scoprite quale nazione ha vinto. A questo punto potete:
1) Accedere al terminale e impedire l'accesso alla loro nazione;
2) Uscite dalla Trance, andate in strada e usate il piede di porco (crowbar) con l'antenna. Il buttafuori non vi farà più entrare, ma potete sempre usare il tombino.
Per togliervi di piedi la testa volante, disconnettetevi e attivate l'acqua nelle fogne. Proprio nella stanza dove ci sono i tizi in Trance, ci sono dei tubi: rompeteli con il piede di porco (crowbar). Riconnettevi e dite alla testa dell'acqua che gli sta cadendo addosso.
Ora potete entrare nei giochi. Partiamo dai tizi che giocano a una specie di ping pong.
Entrate e parlate a tutti. Sfidate il campione, ma è troppo veloce. Disconnettetevi e tornate in strada. Parlate con il “prete”, chiedetegli di aiutarvi a “salvarvi” e dategli dei soldi. Otterrete delle “droghe”. Usate le droghe con la siringa (Injector). Tornate nel locale, usate la siringa con il grassone in Trance. Riconnettetevi, sfidatelo di nuovo e vincete.
Passate all'altro gioco, Nuke. Parlate col barista e dategli la lista di sostanze pericolose (hazardous Substances). Chiedete un drink all'acido solforico. Entrate nel gioco e parlate di tutto col tizio. Usate il drink col pannello di metallo in basso. Usate poi il pannello, disattivate la God Mode e lanciate un missile.
Riconnettetevi e parlate con Jinsil di tutto.

REGIS

Entrate nel ristorante e salite al piano di sopra. Parlate con tutti e solo alla fine con il cameriere biondo che gira là in mezzo. Dovrete trovare delle prove per scoprire chi è il colpevole. Parlate di nuovo con tutti ed esaminate il cadavere.
Recatevi in cucina, parlate di tutto col cuoco ed esaminate la guardia immobile.
Frugate nei banconi, otterrete una sega (Saw) e un vasetto (Jar).
Osservate i corpi che girano nelle cucine, attaccati ai ganci. Cliccate su quello biondo e parlate col cuoco.
Usate la sega (Saw) con un altro corpo (uno qualsiasi) e otterrete della carne (Meat). Mettetela nel barattolo (jar).
Uscite dalla cucina e osservate l'acquario. Usate il barattolo con l'acquario e otterrete una specie di pila.
Recatevi nel bagno, usate uno dei gabinetti e otterrete un tovagliolo (Tissue). Aprite la grata nel muro ed entrateci. Usate la pila sul “buio”.
Usate il tovagliolo (Tissue) con la grata a sinistra e otterrete un “tovagliolo insanguinato” (Bloody Tissue).
Frugate nello zaino e otterrete una nota (Note).
Tornate in cucina, usate la console in cui crescono i cloni, fate abortire il processo già avviato. Inserite il tovagliolo insanguinato e osservate il DNA.
Tornate dagli ospiti, mostrate la nota a Ran Shou-Man.
Parlate a Stepford, ditegli che una delle sue guardie è rotta e accompagnatelo in cucina.
Usate il Divisore (Splitter) su di lui, poi uscite dlla cucina e usatelo sulla guardia lì fuori. Inserite tutti i “pezzi” di Stepford dentro la guardia e parlateci di tutto.
Parlate con il consigliere. Scegliete voi cosa rispondere dopo.

LATHA

Se volete entrate e parlate con la guardia, ma non arriverete da nessuna parte.
Usate il piede di porco (crowbar) con il condotto dell'aria condizionata (aircon) e poi la siringa con il caffè. Entrate, usate il Wetware con la guardia addormentata. Connettetevi alla Trance, parlate con la guardia e fatevi dare il codice.
Disconnettetevi e inserite il codice. Entrate nella stanza successiva e poi nella grande cassa. Il peso non coincide e la cassa non risulta come materiale organico.
Tornate nella stanza con la guardia, usate il suo computer. Trovate il codice della cassa (A-121), e inserite il peso della cassa e di Latha (75kg).
Sopra è elencato il tipo di contenuto della cassa. Scegliete qualcosa di organico, tipo carne, semi, organi...
Tornate nella cassa e fatevi trasportare su. Toccate tutto quel che potete nella stanza.

REGIS

Arrivate al dirigibile ed entrateci.
Aspettate che la guardia cammini davanti all'entrata, cliccate sul terminate a sinistra e fatela cadere di sotto.
Andate a sinistra, prendete gli occhialini (Goggles). Frugate neigli armadietti e otterrete una sparachiodi (Bolt Gun).
Guardate attraverso la porta dell'infermeria. Tornate nella prima stanza, usate gli occhialini (Goggles), ed esaminate la sagoma della guardia contro la parete. Usate la sparachiodi (Bolt Gun) contro la sagoma ed entrate nell'infermeria.

MAX

Entrate nell'infermeria e usate la siringa con Regis e poi il wetware con la guardia. Parlate di tutto con Regis e riceverete lo scalpello (scalpel), un cavo (Cable) gli occhialini (Goggles) e il Divisore (Splitter).
Tornate nel corridoio, usate il Divisore con Chantelle. Usate gli occhialini e poi toccate tutti i punti rossi nella mappa.
Andate a destra, dove Regis ha ucciso la guardia con il terminale, e frugate nella casa a terra: otterrete delle munizioni (Ammo).
Aprite la porta in alto, affacciatevi e usate le munizioni con la turbina.
Attaccate il cavo (cable) al tubo in alto e arrampicatevi. Proseguite verso destra.
Quando vedete una guardia, usate il Traveller e ditele che c'è un intruso a babordo (port side).
Arrivate alla porta, apritela e passate. Notate i contenitori di gas: bucate il più vicino con lo scalpello (Scalpel).
Usate di nuovo il Traveller per chiamare la guardia e ditele di attraversare la nave.
Usate il Divisore con la torretta di guardia. Impostate memoria e personalità di Chantelle, lasciate il ruolo come guardia.
Date le munizioni alla torretta e ditele di sfondare la porta.

ALL

Questa parte è più complessa perché dovrete usare tre personaggi nelle stesse aree.

Prima di tutto, se volete dare il controllo a Nina, usate la console a sinistra, nella stanza iniziale. Un palloncino si solleverà in alto. Se non volete dare il controllo di Central a Nina, NON FATELO.

Con Regis, salite sull'ascensore e salite di un piano. Esaminate il cadavere e prendete la granata. Andate a sinistra ed entrate nella stanza Non fatevi vedere dal Mindjacker, restate nella porta.
Con Max, prendete la chiave inglese (wrench) da sotto l'ascensore (che ora è salito).
Passate a Latha, scendete attraverso la porta al centro e sedetevi sulla sedia.
Parlate a Jinsil se volete. Andate su, attraverso quel piedistallo che vedete, e poi a sinistra. Usate la “telecamera”. A destra c'è un bottone con cui potete far arrivare un drone. Chiamatene uno, mandatelo vicino a Regis.  Ora dovete essere svelti, avete due modi di levarvi dai piedi il Mindjacker.
1) Ucciderlo. Passate a regis, mettete la granata sul drone. Tornate a controllare Latha (e quindi il drone), mandate il drone nel condotto da cui è uscito, riapparirà in basso. Bloccate le turbine per farlo passare. Il Mindjacker morirà.
2) Arrestare il Mindjacker. Passate a Regis, mettete la granata sul drone. Tornate a controllare Latha (e quindi il drone), portate il drone sulle piattaforme che stanno fra Regis e il Mindjacker e interagite coi controlli fino a far salire il drone in alto a sinistra, vicino alla centralina dell'energia.
A questo punto, con Regis, interagite con la console dietro cui si era nascosto il Mindjacker. Scegliete se dare il controllo a Nina o a Central. Se volete dare il controllo a Nina, ricordatevi di alzare il palloncino nella prima stanza!
Fate scendere Regis nella stanza in cui si trova Latha (dove c'è la sedia, la stanza in basso).
Con Max usate l'ascensore e andate al piano più inm alto. Quando siete all'altezza della colonnina blu, a destra, inserita la chiave inglese nell'ascensore. Toccate la colonna blu.
Tornate a Regis e toccate l'altra colonna blu.
Ripassate a Latha, andate anche voi all'ultimo piano, sempre tramite quei piedistalli/teletrasporti. Usate le porte.

REGIS

Esaminate tutto. Aprite il pannello in alto. Usate lo storditore (Stunner) su Max. Usate la leva nel pannello.

Wadjet Eye Games - Aspettando Technobabylon
Quasi un decennio di Avventure Indie

Se parliamo di avventure grafiche indie, uno dei primi nomi che viene in mente è quello della Wadjet Eye Games, sviluppatrice e publisher di avventure grafiche realizzate in AGS.
Viene fondata nel 2006 da Dave Gilbert, che ha appena creato The Shivah in occasione dei MAGS di quello stesso anno, e che ha deciso che creare videogiochi è molto più divertente che trovarsi un “vero lavoro”.

Seguono i primi capitoli della serie Blackwell: scritti da Gilbert e programmati con l'aiuto della moglie Janet, sono forse i titoli per i quali la Wadjet Eye è più conosciuta. Ma una serie non è abbastanza per tenere su, finanziariamente parlando, una software house: tra un titolo e l'altro passa troppo tempo e Gilbert si accorge che basterebbe un solo flop perché la Wadjet Eye debba chiudere i battenti. Decide allora di pubblicare giochi di altri designer e dopo un piccolo errore di percorso nel 2010 (Puzzle Bots, avventura grafica teoricamente sviluppata dalla Ivy Games ma in effetti programmata da Gilbert stesso), nel 2011 incappa in Gemini Rue, un'avventura grafica fantascientifica quasi terminata, il cui autore, Joshua Nuernberger, non ha voglia di pubblicizzarla e pubblicarla a tutti gli effetti. Dave Gilbert si assume questo compito e Gemini Rue è un successo.
Seguono Da New Guys, Resonance, Primordia e A Golden Wake, tutti titoli sviluppati da terze parti e poi pubblicati dalla Wadjet Eye, che nel frattempo fa uscire anche gli ultimi due capitoli della serie Blackwell e una versione “enhanced” (o “kosher”) del suo primissimo gioco, The Shivah.

Dave Gilbert ha trovato una “formula vincente” per riuscire a fare il lavoro che gli piace e ricavarne anche un profitto. I giochi curati dalla Wadjet Eye, che siano quelli propri di Gilbert o quelli sviluppati da terze parti, hanno tutti delle caratteristiche in comune che li hanno portati a far breccia nel mercato delle avventure indie.

La prima di queste caratteristiche è il focus sulla storia e sui personaggi memorabili. Quelli della Wadjet Eye sono tutti “giochi che piacciono a Dave”, e a Dave piacciono le storie prima di tutto e in più di un'intervista ha dichiarato di trovare noiosi gli enigmi troppo complessi. Non è un caso se nei suoi titoli, nella serie Blackwell in particolare, gli enigmi siano fin troppo semplici e a volte ripetitivi e cliché. I titoli prodotti da altri, Resonance e Primordia specialmente, presentano un gameplay migliore, più vario e, specialmente in questi due titoli, con soluzioni multiple dello stesso enigma e finali alternativi. Ma è la storia a restare nel cuore dei fans, come testimoniano le numerose fan art (tra cui alcuni cosplay!) dedicati a Joey e Rosa, protagonisti della serie Blackwell.

Il secondo aspetto che caratterizza i titoli Wadjet Eye è sicuramente la cura nella presentazione (molto cinematografica, anche per titoli graficamente retrò come questi) e sopratutto nel doppiaggio, rarità, quest'ultimo, per titoli indie a così basso budget.
La Wadjet Eye nasce con Gilbert, si “espande” con l'inclusione di Janet e al momento comprende altri due membri, di recente acquisizione: Ben Chandler, grafico e artista, e Francisco Gonzales, designer e autore di A Golden Wake. Anche con così pochi mezzi, arte e doppiaggio sono sempre stati due aspetti molto curati fin da The Shivah, in cui fa il suo esordio nel mondo dei videogame Abe Goldfarb (doppiatore del rabbino Stone), che diventerà una delle voci ricorrenti delle avventure Wadjet Eye.

Adesso, nel 2015, le cose non sembrano cambiare, con l'uscita di Technobabylon, avventura fantascientifica “a metà fra Blade Runner e Police Quest”, in cui dovremo investigare i crimini di un “Hacker della mente” e nel contempo cercare di sfuggire al nostro passato. Il gioco sta per uscire, e nel frattempo una demo è stata resa disponibile.

 

 

AGS - Cosa bolle in pentola - Parte Prima

Indietro Tutta torna a dare spazio ai giochi realizzati con uno dei tool di sviluppo più importanti e più utilizzati dagli autori di videogiochi amatoriali, ovvero l'AGS , il cui relativo forum di discussione italiano è  ospitato in esclusiva proprio qui su Old Games Italia, con orgoglio ed estrema soddisfazione da parte nostra. Attraverso una serie di articoli, volgeremo lo sguardo sulla produzione odierna di avventure grafiche indipendenti, in un viaggio alla scoperta dei titoli da tenere d'occhio. Iniziamo con A Golden Wake e Technobabylon, due giochi davvero interessanti. Non ci resta che sollevare il coperchio della pentola che bolle grazie alla creatività della grande comunità della "Tazza Blu" e augurarvi una buona lettura!

Chris Jones (il creatore dell'engine Adventure Game Studio) nel 2002, in un'intervista rilasciata ad Adventure Treff, ha dichiarato: "Finally, the reason I have been developing AGS since the early days, is not to create my own game any more, but rather as my small contribution to keeping the adventure gaming genre alive." (Il motivo per cui ho sviluppato AGS, sin dai primi giorni, non era quello di creare un mio gioco, ma piuttosto quello di dare il mio piccolo contributo per mantenere vivo il genere delle avventure grafiche).

E grazie a Chris Jones e ad Adventure Game Studio (comunemente chiamato AGS) le avventure grafiche che si ispirano ai grandi classici dell'epoca d'oro (gli anni 90), nonostante tutto, sono più vive che mai, basta dare un'occhiata ai giochi attualmente in sviluppo in seno all'attivissima comunità di AGS: nuovi e vecchi sviluppatori che fanno capolino e decine di titoli molto promettenti, di cui, senza pretesa di essere esaustivi, vorremmo fare una piccola panoramica.

A Golden Wake (Grundislav Games)

A Golden Wake, sviluppato da Francisco Gonzales (Grundislav Games), sarà probabilmente il primo tra i giochi AGS in produzione che vedrà la luce. Il gioco avrà un destino commerciale e sarà pubblicato da Wadjet Eye Games (Gemini Rue, Serie Blackwell, Resonance, Primordia). Ambientato in Florida, nei ruggenti anni 20, il gioco ha come protagonista Alfie Banks, un giovane agente immobiliare di New York trasferitosi da poco a Miami, città nel pieno del boom economico; quello era un momento di grandi opportunità per Alfie. Basata su eventi reali, ambientata in luoghi reali e con personaggi ispirati a persone realmente esistite, l'avventura ci porterà, tra note di jazz, contrabbandieri spietati, politici corrotti ed altri loschi figuri, ad assistere alla caduta di un uomo onesto in un baratro di avidità e di corruzione e (forse) al suo riscatto finale. Tra i giochi in sviluppo, A Golden Wake è senz'altro quello che più sembra far rivivere, almeno a giudicare dagli screenshots e dal trailer, lo spirito dei gloriosi giochi Sierra.

Technobabylon (Technocrat Games)

Ispirato ai classici della letteratura di fantascienza (o in più in generale della "speculative fiction" o narrativa speculativa), Technobabylon è un remake dei primi tre capitoli originari (intitolati appunto Technobabylon I, Technobabylon II e Technobabylon III), rilasciati nel 2010/2011, ed una continuazione degli stessi con una storia che si dipana per almeno altri otto capitoli. In un futuro in cui lo stile di vita cyberpunk sta ridefinendo il significato di ciò che significa essere umani, due destini si intrecciano, quelli di Latha e Regis: Lei, asociale, agorafobica e senza lavoro, dipendente da realtà virtuali e mondi artificiali lontani discendenti di internet, diventa inspiegabilmente il bersaglio di misteriose forze che la vogliono morta; Lui, agente della polizia segreta, inizia ad essere ricattato con le vite dei suoi figli e si trova ben presto a dover fare i conti con il proprio passato. Fantascienza, cyberpunk e mistero sono le keywords di quest'avventura che sarà marchiata anch'essa Wadjet Eye Games e che, grazie ai talenti artistici di Ben Chandler (Eternally us), Ivan Ulyanov (Patchwork) e Nathan Pinard (musiche di Gemini Rue) si preannuncia essere uno dei migliori titoli indie del 2015.

E non dimenticate, venite a parlarne qui sul forum di OGI!