Benvenuti a Terraria
Scava, ragazzo, scava!

Chi non conosce Minecraft, il sandbox rivelazione degli ultimi due anni? Nessuno, per l'appunto.
Visto che lo conoscono tutti, in questo articolo parleremo di Terraria, con la speranza di attirare un po' di attenzione su questo platform sandbox incentrato sull'esplorazione di un mondo creato (e modificato) dinamicamente.
Il gioco, che i meno attenti potrebbero scambiare per un clone 2D del suddetto Minecraft, è disponible anche su Steam a un prezzo di circa 10 euro e, pur essendo già pienamente giocabile, riceve costantemente aggiornamenti da parte degli sviluppatori.

Ma come si gioca?
Come prima cosa ci si crea un personaggio: in realtà non si possono effettuare grandi cambiamenti, ma solo alcuni dettagli quali: colore della pelle e dei capelli, pettinature e colore degli abiti.... naturalmente anche il sesso del personaggio si può cambiare.
Inoltre possiamo cambiare la difficoltà del gioco, scegliendo un livello tra i tre proposti: softcore, mediumcore e hardcore. Questo comporterà alcune differenze in caso di morte del nostro personaggio; sostanzialmente con un livello base di difficoltà, la dipartita del nostro PG comporterà solo la perdita di alcune delle nostre monete (non necessariamente tutte - circa il 50% di ogni tipo), ma dopo il rebirth troveremo ancora tutto il nostro equip. Con il livello di difficoltà massimo, invece, perderemo anche il nostro equipaggiamento; in questo caso tramite il nostro “fantasmino” dovremo andare a recuperare "fisicamente" il caduto e tutti i nostri oggetti. Successivamente, si passerà alla generazione del nostro “mondo”: qui possiamo solo scegliere la grandezza della mappa: piccola, media o grande. Scelta la dimensione, il gioco inizierà la generazione degli ambienti (questo significa che si possono avere n mondi completamente diversi, giocabili con un unico personaggio, volendo).

Finita la fase preparatoria ci ritroveremo nel mondo che abbiamo creato, e potremo esplorarlo sia in superficie che nel sottosuolo: attenzione ai vari mostri che girano! Non è saggio andare in giro di notte poiché vi sono più mostri (nulla che non si possa risolvere con un equipaggiamento decente e un minimo di pratica con i comandi ). Come prima cosa sarebbe consigliabile cercare un giacimento di roccia; picconando la roccia ne otteniamo i blocchi, ovvero il primo materiale con il quale possiamo costruire il nostro rifugio. A proposito di rifugio: consigliamo di posizionarlo in modo tale che includa al proprio interno il punto di rinascita del personaggio; quest'ultimo potrà essere cambiato una volta che saremo in grado di costruire un letto, ma sin dall'inizio è bene assicurarsi che il PG rinasca in un posto sicuro.
Eventualmente possiamo buttare giù gli alberi ed utilizzare la legna, ma nelle prime fasi la raccolta di roccia dovrebbe avere la priorità.
La legna è comunque un materiale importante, perché ci permette di costruire il “tavolo da lavoro” (workbench), con il quale possiamo creare diversi oggetti, tipo: picconi, asce e martelli (inizialmente solo di legno).
Successivamente dovremo costruire una fornace nella quale potremo lavorare i metalli: trasformarli da pepite a barre.
Infine, con il ferro potremo fare un'incudine dove potremo lavorare le barre dei vari metalli.
In caso di difficoltà ad ambientarsi, è possibile richiedere l'intervento di un PNG guida che ha il compito di indicare quali oggetti è possibile craftare con i materiali che abbiamo raccolto.
Ogni volta che si forgia un'arma, essa avrà una caratteristica che ne determina il valore e l'efficacia: normale, buona, difettosa, rovinata, letale ecc. Questo influisce sulle statistiche dell'arma (insomma è un po' un azzardo forgiare un'arma).
Molto utili sono le pozioni (oltre a quelle di cura ovviamente): conferiscono delle capacità particolari (come respirare sott'acqua o permettono di rallentare una caduta), e oltre a trovarle in giro le potrete sintetizzare nel rifugio usando materiali raccolti qua e là.

Per farvi un esempio di come si affronta il gioco, vi racconto le mie prime esperienze: sono partito subito con il costruire un piccolo rifugio dove potermi nascondere durante la notte. Successivamente mi sono procurato le risorse scavando in verticale, direttamente sotto il mio rifugio (in questo modo ho evitato che i mostri mi piovessero in testa). Una volta che ho raccolto le varie risorse, mi sono fatto un equipaggiamento adeguato e ho ingrandito la mia dimora. Il rifugio può essere infatti diviso in stanze, ognuna delle quali deve avere una certa dimensione (minimo 5x8 blocchi) e contenere almeno due oggetti di mobilio (tipo un tavolo e una sedia di legno, da costruire al workbench). In questo modo si potranno ospitare alcuni dei PNG che popolano il mondo di gioco (ciascuno dei quali arriverà solo a determinate condizioni: i mercanti ci faranno visita quando avremo più di 50 monete d'argento, le infermiere solo dopo che avremo usato almeno un Life Crystal e così via).

Inizialmente è quasi inevitabile morire parecchie volte... Quindi non preoccupatevi troppo e cercate di evitare le zone più pericolose.
Io ho continuato l'esplorazione fino ad ottenere abbastanza risorse da potermi fare un equipaggiamento decente, poi ho evocato il primo boss. I boss una volta abbattuti lasciano delle cose: spesso monete, ma anche materiali o oggetti rari; questo ci aiuta maggiormente per ottenere armi e armature migliori ecc.

Ci sarebbe molto altro da dire su Terraria e sulle possibilità che offre (come creare piccoli capolavori di pixel art), ma essendo un gioco che fa della libertà il suo punto di forza, non sarebbe giusto indirizzarvi verso uno stile di gioco preciso. Il mondo è vostro.
Esplorate! Costruite! E soprattutto: scavate!

Si ringrazia Scuotivento.it per la collaborazione

Anonimo scrive:28/03/2015 - 06:42
leone009 scrive:17/12/2012 - 21:51

bravissimo,guida abbastanza dettagliata! voto da 1 a 10: 9/10 quindi 9,8

Invia nuovo commento
Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
                     _        
___ _ __ ___ (_) __ __
/ __| | '_ ` _ \ | | \ \/ /
| (__ | | | | | | | | > <
\___| |_| |_| |_| |_| /_/\_\
Enter the code depicted in ASCII art style.