Frozen Synapse, la recensione

Dopo i fasti degli anni '80 e '90, oggi i tattici a turni fanno a gara con le avventure grafiche per il numero di volte in cui si è celebrato il loro funerale. Fortunatamente sono più duri a morire di quanto sembri e ogni volta, seppure con qualche acciacco, riescono a emergere dalla fossa in cui qualcuno li aveva prematuramente ficcati. A chi si devono simili miracoli, se i grandi publisher trattano i turni peggio di cani rognosi?

Ma alla comunità indie, naturalmente, quel coacervo di menti creative cui noi amanti dei generi di nicchia spesso volgiamo il nostro sguardo speranzoso e avido di sempre rare novità. E chi è il salvatore della patria, questa volta? L'ennesimo clone malriuscito di X-Com? Meglio, molto meglio...

Link alla recensione
Discussione nell' OGI Forum

Invia nuovo commento
Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
                     _ 
____ __ __ ___ | |
|_ / \ \/ / / __| | |
/ / > < \__ \ | |
/___| /_/\_\ |___/ |_|
Enter the code depicted in ASCII art style.