Anche questo mese volevo presentare un gioco da tavolo "di carte". Il virgolettato è d'obbligo in quanto Citadels ricade in quella categoria di giochi da tavolo mascherati da giochi di carte. C'è sempre stata questa distinzione (sfatata peraltro da giochi come Citadels o Dominion, di cui ho parlato il mese scorso): un gioco di carte è più leggero di un gioco da tavolo. Poteva essere vero quando in giro c'erano solo Briscola e Monopoli, ma con l'invasione dei così detti Eurogames, questa distinzione è andata via via affievolendosi.

Citadels è un gioco del 2000 per 2-7 giocatori di Bruno Faidutti.
Lo scopo è quello di costruire distretti il più costosi possibile e possibilmente prima degli altri. Per fare questo, ad ogni turno, si impersonano 8 differenti ruoli, ciascuno con le proprie peculiarità.

Si comincia mescolando le carte ruolo e a turno si scelgono. La meccanica prevede che nessuno sappia mai con certezza il ruolo scelto dagli altri giocatori: il Re mescola il mazzetto, mette al centro del tavolo una carta coperta ed un certo numero scoperte (in base ai giocatori), sceglie per primo e passa il mazzetto rimanente al giocatore alla propria sinistra che fa lo stesso. L'ultimo giocatore riceve in mano solo due carte, ne sceglie una e mette l'altra coperta sul tavolo assieme alle altre.

I distretti hanno un costo in monete stampato sulla carta, assieme ad un colore che identifica uno dei 5 distretti. Questi due elementi influiscono in modo diretto sui punti a fine partita. Durante il proprio turno si pescano 2 monete oppure due carte ed eventualmente si costruisce il proprio distretto piazzando di fronte a se la carta relativa dalla propria mano e pagando il costo alla banca.
Ciascun ruolo ha un bonus speciale utilizzabile in qualsiasi momento all'interno del proprio turno. Vediamoli velocemente nel dettaglio:

#1 Assassino - Uccidi un altro personaggio.
#2 Ladro - Ruba le monete di un altro personaggio.
#3 Mago - Scambia le tue carte con quelle di un altro personaggio.
#4 Re - Scegli per primo il ruolo al turno successivo e prendi il bonus per i distretti GIALLI.
#5 Vescovo - Sei immune al potere del Condottiere e prendi il bonus per i distretti BLU.
#6 Mercante - Ricevi una moneta in più e prendi il bonus per i distretti VERDI.
#7 Architetto - Pesca 2 carte in più e costruisci fino a 3 distretti.
#8 Condottiere - Paga per distruggere un palazzo e prendi il bonus per i distretti ROSSI.

Il bonus per il colore dei distretti regala al giocatore tante monete quanti distretti di quel colore si possiedono.
I ruoli vengono chiamati in ordine, quindi l'Assassino giocherà sempre per primo ed il Condottiere sempre per ultimo. La scelta è quindi CRUCIALE. Ciò che rende questa meccanica ulteriormente interessante è il fatto che i giocatori dovranno eseguire le azioni speciali sempre riferendosi ai PERSONAGGI. Luca quindi non dovrà dire, "Sono il Ladro e uccido Mario", ma "Uccido il Vescovo".
La montagna di monete che ha Simone davanti farà sicuramente gola agli altri che per rubargliela non solo dovranno riuscire ad accaparrarsi il ruolo di Ladro, ma anche capire quale personaggio Simone deciderà di scegliere! Se Simone ha 4 distretti verdi potrebbe essere tentato di scegliere il Mercante (non è detto che gli arrivi in mano un mazzetto che lo contenga, però!) e ricevere altre 4 monete bonus, ma attirerebbe le attenzioni del Ladro o dell'Assassino. La decisione di quale personaggio prendere è ardua sia che Simone, al momento della scelta, non abbia in mano uno di questi due personaggi, sia che li abbia! Perché quello prima di lui saprebbe, avendo visto prima di lui il mazzetto, che il Mercante può ancora essere scelto, e quello dopo che il Mercante o non è in gioco o è già stato scelto!
Questa meccanica funziona davvero. Ho visto amicizie incrinarsi solo per aver ucciso un personaggio al momento giusto, o per aver scelto il personaggio che serviva ad un altro. Il trucco è divertirsi e soprattutto, VENDICARSI!
Per la cronaca, il personaggio derubato, appena viene chiamato, da tutte le sue monete al Ladro (che li userà il turno successivo avendo già giocato) e continua il turno senza scorta aurifera contando solo su eventuali bonus, mentre l'assassinato SALTA completamente il turno. Non fa NULLA DI NULLA.
 

Le 8 carte ruolo

In soldoni, si scelgono i ruoli, si chiamano in fila dall'1 all'8, ogni giocatore a turno pesca 2 carte (tenendone 1) o 2 monete, costruisce eventualmente UN palazzo e quando vuole applica il bonus del ruolo. "Uhmm... mi manca un solo distretto per chiudere la partita, scelgo l'Assassino per uccidere il Condottiere che potrebbe distruggermene uno e rimandarmi indietro davvero al medioevo!"

Citadels è un gioco accattivante ed artisticamente strepitoso. Inoltre e' molto rapido e di facile apprendimento. Le partite durano non più di 40-60 minuti ed i giocatori entrano nel gioco sin dalla prima. La longevità è aumentata dall'espansione "The Dark City", che introduce 10 nuove carte personaggio e 14 carte distretto viola da sostituire a quelle vecchie aggiungendo nuove possibilità tattiche. Va detto che i distretti viola sono gli unici ad essere accompagnati da testo scritto sulla carta. Essi costano normalmente più degli altri ma donano bonus interessanti al possessore, sfruttabili ogni turno durante la partita (un edificio viola permette in fase di pasca di tenere entrambe le carte, un altro di essere immune alle manie distruttive del Condottiere, eccetera).
Per avere una idea circa i nuovi ruoli si potrebbe sostituire il Ladro(2) con L'Esattore(2) che invece di rubare ad un personaggio prende una moneta da chiunque decidesse di costruire un distretto in quel turno. Oppure rimuovere il Vescovo(5) (nessuno prenderà bonus per i distretti BLU) ed inserire l'Artista(9) che può abbellire i propri distretti facendoli valere un punto in più a fine partita.  L'autore consiglia tuttavia di metterne non più di 3/4 per non sbilanciare l'equilibrio del gioco base, l'importante è che non vi siano due ruoli con lo stesso numero.
 

Un "normale" turno di gioco.

Si narra che Faidutti, una volta uscite le sue primissime versioni del gioco in francese "Citadelles" e tedesca "Ohne Furcht und Adel" (Senza paura o nobiltà) avesse in una qualche oscura maniera perduto i diritti. Per pubblicare le successive versioni edite da Fantasy Flight Games, dovette di fatto riacquistare i diritti del suo gioco.
A dispetto del nome italiano Faidutti è francese, Sociologo laureato in storia con una fantastica tesi che mi piacerebbe da morire leggere: "L'esistenza dell'Unicorno dal medioevo al XIX secolo"
 

Link alla pagina di Boardgamegeek
Sito personale dell'autore
Videorecensione (in inglese)
Videorecensione sempre in inglese di 2 minuti e mezzo delle graziose pulzelle di Starlit Citadel
Gioca a Citadels Online contro BOT o altri giocatori
Discussione ufficiale sul Boardgame sull'OGI Forum
Acquista Online

Terza Edizione Italiana (che comprende l'espansione "The Dark City")
Anno di pubblicazione: 2007
Editore: Fantasy Flight Games/ StuporMundi
Numero Giocatori: 2-8
Durata partita: 45-60 min.
Costo: 22 Euro