Gilbert Goodmate

La Storia

Ogni anno, nel paese di Phungoria, si svolge la festa in onore del sacro fungo... il fungo con cui, parecchi anni addietro, un valoroso abitante del luogo aveva sconfitto un mago malvagio che seminava il terrore tra la gente della zona, Karn. Sconfitto con un poderoso colpo di fungo nella capa, il mago fu finalmente vinto e la pace regnò di nuovo nelle terre circostanti.

Affinché il fungo potesse rimanere sempre al sicuro e per non far ricadere il paese di nuovo nel panico, ogni anno quindi veniva scelto un abitante di Phungoria diverso  che gli facesse da guardia. 

Quest'anno a fare da sentinella alla reliquia è toccato ad Abraham Goodmate, nostro nonno! Ahimé però a pochissimi giorni dalla festa del fungo, una settimana per l'esattezza, il nonno viene tramortito da qualcuno dalle dubbie intenzioni e con esso il fungo sparisce..

La legge di Phungoria dice che il nonno deve essere condannato a morte per la sua negligenza e così per Gilbert si scatena la corsa contro il tempo alla ricerca del sacro fungo che se riuscirà a trovare gli permetterà di salvare il suo avo! Purtroppo alle spalle di tutto ciò si scoprirà esserci lo sceriffo di Phungoria stesso, che stanco della presenza del popolo vichingo nel suo paese, vuole riportare in vita l'antico mago cattivo Kar e fare in modo che insieme al suo aiuto possa avere il potere sul paese! E sposare la figlia del Re di Phungoria, sulla quale ha messo gli occhi anche il valoroso Gilbert!

Grafica

La grafica è in stile cartoonesco ed è molto colorata. Sia i fondali che i personaggi sono disegnati interamente a mano e realizzati in 2d, non seguono quindi il trend al quale ci siamo ormai abituati, e cioè di personaggi 3d in ambienti bidimensionali.

Gli sfondi sono abbastanza carini e dettagliati, con parecchi elementi con i quali interagire, mentre i personaggi sono solo sufficienti e privi di movimenti convincenti. Pollice giù quindi per quel che concerne i protagonisti dell'avventura.

Stesso discorso per le animazioni di questi ultimi, abbastanza scarsine, quasi danno l'impressione che il gioco sia uscito dieci anni fa..  Molto carina invece la caratterizzazione dei personaggi, ognuno con le proprie manie e le sue battute divertenti, che collocano di diritto Gilbert Goodmate nel filone delle avventure grafiche semi-demenziali! (leviamo pure il "semi"..)

Il sonoro

Il sonoro non lascia di certo il segno. Come nella maggior parte delle produzioni di ag, è composto da musichette che si ripetono in base alle diverse località che si attraversano. Senza infamia e senza lode dunque..

Il gioco non presenta il parlato in italiano, ma è solamente sottotitolato, mentre le voci sono tutte in inglese. Anche se non ci si capisce nulla (tranne per chi mastica l'inglese, of course) è comunque simpatico sentire le interpretazioni che sono state date ai diversi personaggi del gioco: è stato fatto un ottimo lavoro.

I dialoghi sono ben fatti, come detto prima sono molto demenziali e dunque spassosi, ma bisogna dire che però...alcuni sono davvero chilometrici!! Eh sì, non nascondo che delle volte sono stato per 5 minuti consecutivi a premere il tasto ESC a ripetizione pur di far skippare le varie domande al personaggio di turno, una cosa un po' fastidiosa! Che poi delle volte, voler prolungare le gag a tutti i costi si rivela un'arma a doppio taglio e si finisce con l'infastidire anziché divertire...

L'interfaccia:

L'interfaccia ricorda molto quella di alcune glorie del passato. Posizionato il cursore sopra un oggetto, basterà tenere premuto il pulsante sx del topo e appariranno per magia le funzioni che si potranno eseguire. Anche in questo caso è tutto molto facilmente intuibile e tradizionale: con l'icona "bocca" si parla, con l'"occhio" si osserva, con la"mano" si raccoglie e così via...

Con il tasto dx del mouse invece abbiamo accesso all'inventario e agli oggetti raccolti sin lì! Per accedere invece al resto del menù, dove troveremo le opzioni di caricamento e salvataggio partita, basterà premere F1!

Enigmi: gli enigmi sono i classici del genere. Nulla che va oltre la classica ricerca di determinati oggetti da usare in determinate locazioni. Delle volte dovrete girare parecchio per entrare in possesso di una cosa, nel senso che per ottenerla dovrete svolgere altre azioni, che vi porteranno ad avere altri oggetti nell'inventario e così via...

Gli enigmi nel complesso non sono impossibili ma alcuni sono un po' schizzati (come il resto del gioco) e quindi c'è il "rischio" di dover riflettere un po' su alcuni di loro, ecco perche' GG si attesta su livelli di media longevità, e quantomeno dovrebbe durare almeno una 15ina di ore...

Conclusione:

Concludendo reputo GG un buon prodotto. Non passerà mai alla storia come una delle ag più belle, però diverte il giocatore che decide di installare il gioco nel suo pc. I dialoghi molto ironici e divertenti ci strapperanno la risatina più di una volta, per non parlare delle stramberie che inscenano alcuni dei personaggi, vedi l'inventore di Phungoria o la vichinga dalla gambe pelose nel villaggio nordico.

Purtroppo il gioco è uscito con un fastidiosissimo bug verso la fine del gioco, quando ci sarà da combattere contro lo sceriffo. E' stata rilasciata una patch (patch presente anche sul sito di JTA) che per fortuna risolve il problema e ci fa andare avanti, ma ci si chiede perché vendere un prodotto difettoso e correggere poi il tiro.

In ogni caso vedremo di peggio in futuro (Paradise?), quindi diciamo che....scaricate la patch e non fateci caso! Tolto questo, fateci un pensierino, sopratutto se siete dei nostalgici dei vecchi titoli Lucas e volete fare una sorta di rimpatriata..(oltretutto il gioco costa davvero poco!)

(Recensione a cura di: Bandy)

Cercate i funghi anche sull'Ogi Forum

Alberto Zanandrea scrive:22/10/2018 - 10:11

Come si scarica?

Alberto Zanandrea scrive:22/10/2018 - 10:09

Come si scarica?

Gwenelan scrive:23/10/2018 - 22:40
Invia nuovo commento
Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
  _                      _ 
| |__ ___ _ __ | |
| '_ \ / __| | '_ \ | |
| |_) | | (__ | |_) | | |
|_.__/ \___| | .__/ |_|
|_|
Enter the code depicted in ASCII art style.