30 anni e non sentirli: I predatori dell'arca perduta

Sono già passati 30 anni. È incredibile come un film possa essere ancora oggi considerato attuale e godibile non solo dai nostalgici. Gli standard di sceneggiatura, effetti speciali, fotografia, montaggio o regia a cui siamo abituati non scalfiscono minimamente la pietra miliare che è diventata questa pellicola. Un film che ha consacrato miti del cinema in tutti i campi come Harrison Ford, Steven Spielberg, George Lucas e John Williams solo per citarne 4 senza dimenticare il debutto cinematografico di Alfred Molina, è senza ombra di dubbio destinato a durarne altrettanti.

Ci sembra quindi giusto ricordare questo anniversario, consapevoli anche dell'importanza del personaggio e della Casa dei Sogni nell'immaginario videoludico.

 

Alla fine delle chiacchere, fa sorridere pensare che Indiana Jones, uno dei personaggi più  famosi e amati del cinema, abbia preso il suo nome dal cane di George Lucas (che ha dato pure la voce a Chewbecca).

Invia nuovo commento
Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
   __      ___    _____   ____  
/ /_ / _ \ |___ | |___ \
| '_ \ | (_) | / / __) |
| (_) | \__, | / / / __/
\___/ /_/ /_/ |_____|
Enter the code depicted in ASCII art style.