Recensione: la media malefica

Recensione, recensore e lettore: che rapporto c’è davvero tra i tre?

Torniamo sul luogo del delitto con un secondo articolo dedicato alla disamina del fenomeno recensioni, dove cercherò di analizzare le distorsioni che la votazione e in generale l’avvento di sistemi simil metacritic hanno portato all’interno del panorama giornalistico.




Recensire o non recensire: questo è il problema

Una delle domande che sempre più spesso mi capita di pormi nel momento in cui mi ritrovo a dover recensire un determinato titolo è se e come il mio giudizio possa influenzare o meno il suo impatto sul mercato.

Intendiamoci: nessuna presunzione di onnipotenza, ma semplice riflessione su quanto il giocatore medio attenda o meno il giudizio di qualcuno che ritiene “competente” a giudicare per poi procedere al proprio acquisto; una sorta di approvazione (o stroncatura) papale capace di avere lo stesso valore delle chiacchiere fatte con l’amico di turno e che a volte, purtroppo, è assente per il videogiocatore medio.




La gioia nevrotica del giocare
Titolo originale: The Neurotic Joy of Gaming

Vi proponiamo oggi la traduzione di un pezzo scritto da Chris "Artful Gamer", autore di un blog dove potete trovare diversi spunti di riflessione interessanti e che siamo sicuri potrà diventare uno dei vostri punti di riferimento nel prossimo futuro qualora amiate leggere qualcosa che vada aldilà di semplici recensioni o soluzioni.

In "La gioia nevrotica del giocare", sapientamente tradotto da The Ancient One, analizzeremo infatti il cosa e il perchè ci spinge a giocare, a prendere in mano giorno dopo giorno quegli strumenti fondanti della nostra passione.

Curiosi di conoscere la risposta? Non vi resta che proseguire nella lettura..




Una riflessione sul nuovo Commodore 64

Vi avevamo già parlato del ritorno del Commodore 64 e di come questa notizia avesse colpito il nostro cuore di oldgamer, messo a dura prova dalle notizie circolanti su questa leggenda tutta bit e fantasia.

Diduz ci regala ora una disamina fra amore e ragione sulle motivazioni che potrebbero spingere al suo acquisto e un'analisi ragionata su quello che questa rinascita può significare in senso ampio. Buona lettura!

Link all'articolo
Link alla discussione sul forum
Link al sito di Commodore

Il nuovo Commodore 64 : un'autoanalisi

Quando dalle ceneri di un mucchio di marchi è saltata fuori quasi un anno fa una nuova Commodore, la Commodore USA, in pochi abbiamo realizzato. Ricordo che l'occhio mi cadde sulla notizia, ma non vi ho dato peso: già si parlava della riproposizione di vecchie glorie hardware “rivisitate”, ma fino al 5 aprile scorso il mio cervello, e come il mio credo quello di altri vecchi appassionati, non aveva focalizzato uno sbocco concreto di questo annuncio.

Nella data suddetta ciò è accaduto in via ufficiale con i preordini: un fantomatico Commodore C64x sta per introdursi (sarebbe meglio dire “intrufolarsi”) nel mercato informatico. La grande quantità di unità già vendute e il crescente interesse non consentono a un computerista nato nel 1976 di sottovalutare il fenomeno.